ESTATE, LARGO AI GHIACCIOLI!

Quando inizia a fare caldo, non si ha molta voglia di cucinare. Facili da preparare, i ghiaccioli sono la merenda ideale per grandi e piccini. Il Piccolo Blog rompe il ghiaccio raccontandovi come sono nati  i ghiaccioli e proponendovi una gustosa e freschissima ricetta. 

UNA STORIA CHE VI LASCERÀ DI GHIACCIO!

L'invenzione del ghiacciolo risale ai primi anni del 1900 e si deve a una scoperta casuale da parte di Frank Epperson, allora bambino undicenne di Oakland, che in una fredda notte d'inverno aveva sbadatamente lasciato sul davanzale della finestra un bicchiere di acqua e soda con dentro il bastoncino che aveva usato per mescolarle. Il giorno dopo, Frank riuscì a liberare il blocco di ghiaccio formatosi facendo scorrere acqua calda sul bicchiere, e prese a mangiare il primo "ghiacciolo" usando il bastoncino come manico. Nel 1923, Epperson ottenne il brevetto per l'idea del "ghiaccio sul bastoncino", e battezzò l'invenzione popsicle. Nel 1950 con l’arrivo dei freezer domestici, il popsicle divenne una star mondiale.

RISULTATO ASSICURATO!

Un freezer, degli stampi e frutta fresca possono bastare per realizzare dei deliziosi ghiaccioli. In commercio esistono degli stampi pronti all’uso di dimensioni e forme diverse oppure, potete utilizzare, per esempio, dei bicchieri di plastica e dei bastoncini di legno . Per quanto riguarda la preparazione, date libero sfogo alla vostra immaginazione e creatività.

SENTIAMO GIÀ MENO CALDO!

Ecco qui una ricetta facile facile da realizzare.

Ingredienti e procedimento:
3 tazze (750gr) di fragole 
60 gr di miele
2 cucchiai di succo di limone
1 tazza (250gr) di latte    

Il procedimento è semplicissimo! Inserite le fragole lavate e a pezzi,il succo di limone, latte e miele in un mixer. Frullate il tutto fino ad ottenere un mix omogeneo. Se volete ottenere dei ghiaccioli con diverse consistenze, frullate tre quarti della frutta, e lasciate qualche pezzo intero, da aggiungere alla fine. Versate il composto negli stampi per ghiacciolo. Mettete in freezer per almeno 4 ore, meglio se tutta la notte. 

Voilà, buon ghiacciolo!